Federica Spadotto, laureatasi all’Università Ca’ Foscari, è consulente tecnico del tribunale di Venezia (C.T.U 425) e storica dell’arte in ambito veneto.

federica-spadottoL’interesse per la pittura della Serenissima nel suo secolo d’oro si concretizza in una tesi su Giovan Battista Cimaroli, che ha ottenuto il premio Massimo Gemin (1999) bandito dall’ateneo veneziano e viene pubblicata in Saggi e Memorie di Storia dell’Arte (1999).

Da questo momento, oltre ad affinare il percorso formativo frequentando la Scuola di specializzazione in Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi di Udine, la studiosa prosegue nell’approfondimento del paesaggio e della veduta veneziana settecentesca, pubblicando le monografie di Francesco Zuccarelli (2007) e Giovan Battista Cimaroli (2011).

A queste si affiancano altri volumi, collaborazioni e curatele di mostre, contributi e saggi sul Settecento veneto, di cui Federica Spadotto è divenuta massima esperta internazionale per quanto concerne il genere paesaggistico, ambito d’interesse privilegiato insieme alla veduta.